Maria Ciccotti

Maria Ciccotti studia nell’Istituto di Belle arti delle Marche per la decorazione e l’illustrazione del libro di Urbino, diplomandosi nell’anno scolastico 1929/30. Negli anni Trenta stringe un fecondo rapporto artistico con Bruno Marsili, detto Bruno da Osimo ed inizia a pubblicare le sue opere realizzate con la tecnica della xilografia (è una tecnica d’incisione in rilievo con la quale si asportano da una tavoletta di legno le parti che non costituiscono il disegno). Nel secondo dopoguerra si dedica alla valorizzazione e alla tutela del patrimonio artistico di Pievebovigliana, stringendo rapporti con l’archeologo Valerio Cianfarani e con la Sovrintendenza alle gallerie delle Marche di Urbino. Dagli anni Cinquanta in poi la sua attenzione si rivolge alla riscoperta della tradizione della tessitura a mano, riproponendo, in particolare, la tecnica dei “liccetti”, risalente al XIV secolo.

torna all'inizio del contenuto
Questa è la sezione del sito istituzionale del Comune di Valfornace dedicata al turismo. Per le informazioni che riguardano l'Ente, vai alla home
Questo sito è realizzato da TASK secondo i principali canoni dell'accessibilità | Privacy | Note legali